VIAGGIO D'ISTRUZIONE IN PUGLIA PDF Stampa E-mail
Scritto da Prof.Antonio Sausa   

trulloIl Dirigente scolastico comunica ai genitori delle classi terze medie di Campofelice di Roccella,Lascari e Collesano che entro le ore 13.00 di giovedì 23 marzo 2017 dovrà pervenire presso gli Uffici di segreteria l’avvenuto pagamento della quota di partecipazione al Viaggio d’istruzione in Puglia.

Leggi la Circolare n. 138 del 21 marzo 2017

 
Ancora un altro successo per i ragazzi del Corso ad Indirizzo Musicale PDF Stampa E-mail
Scritto da prof.ssa Mirella Mascellino   

IMG 20170311 134058Trionfano gli alunni della scuola secondaria di I grado del corso ad indirizzo musicale dell’Istituto Comprensivo “G.B.CINA’”, al 1° Concorso nazionale “Scuole medie in musica”, svoltosi l'11 marzo scorso, all’Istituto partitario Scicolone di Cefalù e riservato agli allievi delle scuole ad indirizzo musicale. Guidati dagli insegnanti Andrea Cangelosi, docente di clarinetto, Giuseppe Cataldo, docente di pianoforte (che per l’occasione  ha accompagnato i solisti), Alessandra Cangelosi, docente di flauto traverso e Simona Pilato, docente di violino, i nostri alunni sono riusciti a ottenere risultati eccellenti in tutte le varie categorie in cui si articolava il concorso, sia come solisti che in formazione cameristica.


Ecco la classifica:IMG 20170315 130241

•nella Categoria A – Solisti, riservata agli alunni della prima classe della secondaria di primo grado, l’alunno Pierpaolo Rizzuto, al Clarinetto si è classificato al 2° posto;
•nella categoria B – Solisti, riservata agli alunni della seconda classe della secondaria di primo grado, l’alunno Marco Scacciaferro, al Clarinetto si è classificato al 1° posto, mentre l’alunna Macaluso Selene al flauto si è classificata al 3° posto;
•nella Categoria C – Solisti, riservata agli alunni della terza classe della secondaria di primo grado, l’alunna Emanuela Rizzuto, al Flauto Traverso si è classificata al 1° posto; IMG-20170315-WA0001
•nella Categoria D – Formazioni cameristiche , dal duo al sestetto e pianoforte a quattro mani, riservata agli alunni della secondaria di primo grado, gli alunni Samuele Colombo, Alessandra Genduso, Pierpaolo Rizzuto e Marco Scacciaferro, in quartetto di clarinetti hanno vinto il 1° premio.
Grande è stata la soddisfazione degli insegnanti e dei ragazzi che hanno voluto subito condividere questa loro gioia con il Dirigente Scolastico, Prof. Fabio Pipitò ringraziandolo sempre per l’opportunità che la scuola, nel suo complesso, offre, in particolare nell’ambito musicale, grazie a queste entusiasmanti esperienze.
Il successo ottenuto conferma ancora una volta il costante e paziente lavoro svolto dagli insegnanti per una realtà, come quella dello strumento musicale, a cui credono fermamente e che ormai è entrato a pieno titolo nel piano triennale dell’offerta formativa del nostro Istituto.
Complimenti vivissimi agli alunni per il gratificante esito conseguito in quest’altra bellissima impresa.

 
NOVITA' A LASCARI: il primo tea-party PDF Stampa E-mail

1LGli alunni di 5° A della Scuola Primaria, venerdì scorso, hanno organizzato , con la guida degli insegnanti, un “TEA PARTY” ( una festa del tè ).
Tutti sono stati coinvolti per interpretare personaggi riguardanti la storia del tè, ma anche nell'allestimento di una vera e propria “TEA-ROOM” (la sala dove si beve il tè).
Gli alunni, entusiasti dell'iniziativa, si sono immedesimati nella parte di “veri inglesi”. Diciamo che anche le mamme si sono “calate” nel ruolo di “INGLESINE”, con i loro cappellini alla moda.
L'attività è stata divertente ma allo stesso tempo creativa ed educativa.
Sono stati rappresentati, attraverso dialoghi in lingua inglese, personaggi come l'Imperatore Shennong, che scoprì il tè, e la Duchessa di Bedford, che “inventò” il tè delle cinque (FIVE O’CLOCK).
Sono stati preparati panini dolci, tipicamente da “english tea”, i cosiddetti SCONES, che si tagliano e si farciscono con la CLOTTED CREAM e la marmellata di fragole.


Essendo una novità per la Scuola Primaria di Lascari, è stata usata, come location, la mensa, che con un tocco di eleganza e creatività è stata trasformata in una bellissima TEA-ROOM, alla moda, cosa che a Lascari non c'è mai stata.
Ogni alunno ha portato la propria coppia di tazze, con il piattino ed il cucchiaino, per bere il “tea” in compagnia della propria mamma. C'era una vasta scelta di “tea”, come quello alla CANNELLA E ARANCIA, al LIMONE, oppure il TÈ VERDE ed il TÈ NERO.
Questo progetto è stato organizzato per far migliorare la pronuncia inglese in modo divertente, ma anche per far comprendere l'importanza della tradizione del tè in Inghilterra, attraverso racconti e parti recitate.
Per gli alunni della VA questa esperienza è stata bellissima, emozionante ed educativa.

Leggi tutto...
 
TGScuola [2017 - 01]

link al video

 
Inaugurazione: Piano Integrato cod. n. 10.8.1.A3-FESRPON-SI-2015-54 PDF Stampa E-mail
Scritto da Prof. Biagio Ferro   

20170221 124946La nostra istituzione scolastica ha sempre attribuito grande importanza all'apprendimento da parte degli alunni delle lingue straniere e numerose sono state le attività e i progetti realizzati fino ad oggi per garantire all'utenza il conseguimento di tale obiettivo. In tale contesto si pone la progettazione e la realizzazione del Piano Integrato cod. n. 10.8.1.A3-FESRPON-SI-2015-54, relativo all’avviso prot. n. AOODGEFID/12810 del 15/10/2015, la cui cerimonia di inaugurazione si è svolta giorno 21 febbraio 2017 presso la sede centrale dell’Istituto Comprensivo di Campofelice-Collesano.

 Alla manifestazione erano presenti, oltre al Dirigente Scolastico Fabio Pipitò, il Preside Giuseppe Simplicio, il Comandante della stazione dei Carabinieri, Ignazio Angelo Piraino, l’assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Campofelice di Roccella, Michela Taravella, l’assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Lascari, Marilena Amoroso, la dirigente dei servizi scolastici del Comune di Campofelice di Roccella, Crocifissa Taravella.

Nel corso della cerimonia è stato sottolineato l’impegno profuso dalla nostra istituzione scolastica, e in particolare dai D.S. Giuseppe Simplicio e Fabio Pipitò, che hanno voluto investire molte energie nella costruzione di una visione di “scuola digitale” che non sia limitata solo alla collocazione di nuovi strumenti tecnologici al centro degli spazi educativi, ma che favorisca invece la creazione di un ambiente integrato per la promozione di un apprendimento attivo e collaborativo.

Il progetto è finalizzato alla realizzazione di un laboratorio linguistico mobile, all’acquisto di due pianoforti digitali (uno fisso e uno mobile) per gli alunni che seguono l’indirizzo musicale, di un kit LIM e un proiettore per la Scuola Primaria di Lascari e materiale tecnologico per la segreteria.

 
Mariano Norata: deportato della II Guerra Mondiale di anni 100. PDF Stampa E-mail
Scritto da Vittoria Lombardo [Terza A - Collesano]   

IMG-20170128-WA0002Sabato, 28 Gennaio 2017, presso i locali della scuola secondaria di 1° grado di Collesano, in occasione della Giornata della Memoria, alla presenza di tutti gli alunni e del corpo docente, si è svolto un incontro che ha visto protagonista un deportato della II Guerra Mondiale, Mariano Norata, di anni 100. Originario di Castelbuono, il signor Mariano, con estrema chiarezza, ci ha raccontato della sua terribile esperienza da soldato nel campo di prigionia in Germania. Con voce a tratti flebile, un po’ per l’emozione, un po’ per il peso dei suoi anni, ci ha parlato del trascorrere dei suoi giorni all’interno del campo come operaio delle ferrovie. Lui, come gli altri, non aveva un’identità, ma veniva riconosciuto con un codice. Egli si ricorda che gli veniva offerto, solo due volte al giorno una zuppa e delle bucce di patate. Ma solo se le cose andavano bene, diversamente non gliene venivano date!

Ci ha raccontato che insieme a lui erano partiti altri quattordici soldati provenienti dalle Madonie di cui si sono perse le tracce, tranne che di un suo compagno. A sorvegliarli giorno e notte c’erano i soldati tedeschi! Si poteva comunicare con la famiglia, indirizzando una lettera con poche parole dettate dai tedeschi, dove si rassicurava la stessa di stare bene! Il signor Mariano, riferisce di aver spedito una sola lettera in due anni di prigionia! Egli si ricorda, ancora adesso, il nome di ciascun soldato conosciuto nel campo. Per qualche istante,  il signor Mariano ci ha fatto toccare con mano il dolore e la sofferenza che ha provato in quei lunghissimi anni. Alla fine del suo lungo discorso, interrotto solo dagli applausi, noi alunni abbiamo posto domande a cui egli ha risposto con estrema precisione. Ringraziandolo della sua testimonianza, la Scuola ha voluto omaggiarlo con un piccolo pensiero. Credo che ciascuno di noi è ritornato a casa con l’impressione di aver vissuto una pagina di storia e che essa non si studia solo sui libri ma si può vivere tramite il racconto vivo dei suoi testimoni.

 
LA GIORNATA DELLA MEMORIA A COLLESANO PDF Stampa E-mail
Scritto da Vittoria Lombardo terza A   

IMG-20170128-WA0015Sabato, 28 Gennaio 2017, presso i locali della scuola secondaria di 1° grado di Collesano, in occasione della Giornata della Memoria, alla presenza di tutti gli alunni e del corpo docente, si è svolto un incontro che ha visto protagonista un deportato della II Guerra Mondiale, Mariano Norata, di anni 100. Originario di Castelbuono, il signor Mariano, con estrema chiarezza, ci ha raccontato della sua terribile esperienza da soldato nel campo di prigionia in Germania. Con voce a tratti flebile, un po’ per l’emozione, un po’ per il peso dei suoi anni, ci ha parlato del trascorrere dei suoi giorni all’interno del campo come operaio delle ferrovie. Lui, come gli altri, non aveva un’identità, ma veniva riconosciuto con un codice. Egli si ricorda che gli veniva offerto, solo due volte al giorno una zuppa e delle bucce di patate. Ma solo se le cose andavano bene, diversamente non gliene venivano date!

Ci ha raccontato che insieme a lui erano partiti altri quattordici soldati provenienti dalle Madonie di cui si sono perse le tracce, tranne che di un suo compagno. A sorvegliarli giorno e notte c’erano i soldati tedeschi! Si poteva comunicare con la famiglia, indirizzando una lettera con poche parole dettate dai tedeschi, dove si rassicurava la stessa di stare bene! Il signor Mariano, riferisce di aver spedito una sola lettera in due anni di prigionia! Egli si ricorda, ancora adesso, il nome di ciascun soldato conosciuto nel campo. Per qualche istante, il signor Mariano ci ha fatto toccare con mano il dolore e la sofferenza che ha provato in quei lunghissimi anni. Alla fine del suo lungo discorso, interrotto solo dagli applausi, noi alunni abbiamo posto domande a cui egli ha risposto con estrema precisione. Ringraziandolo della sua testimonianza, la Scuola ha voluto omaggiarlo con un piccolo pensiero. Credo che ciascuno di noi è ritornato a casa con l’impressione di aver vissuto una pagina di storia e che essa non si studia solo sui libri ma si può vivere tramite il racconto vivo dei suoi testimoni.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 84

Accessibilità

moodle

FOMAZ

In Evidenza

Circolari 2016 - 17

           Circolari2016

Newsletters

Vuoi essere informato sulle attività della nostra Scuola?
Invia un'e-mail a: contatti@gbcina.gov.it

PTOF [2015-2018]

          ptofppp

Libri di Testo

            adozioni

ARCIPELAGO 4

musica03

 

IMMAGINEMIDI

inglese5

religio

iostudio

LIMONE 2

Rubriche

Lim in rete

POR Sicilia